Un carattere elfico

Un carattere elfico

Sin da quando lessi “Il signore degli anelli” ho la fissa della scrittura con le tengwar, cioè i caratteri elfici descritti in una delle appendici di quel romanzo. Esistono da anni vari strumenti (per vari sistemi operativi) per raggiungere questo scopo, ma tutti usano particolari font che mappano le lettere dell’alfabeto latino con le suddette tengwar. Invece il mio obiettivo era utilizzare i caratteri destinati a questo uso definiti nelle tabelle di Unicode, ammesso che ci fossero.

Perché? I motivi sono presto detti: le soluzioni esistenti presuppongono che chi scrive il documento elfico abbia installato almeno un font adatto (e che faccia lo stesso chi riceve il documento); inoltre la mappatura di cui sopra non è standard; e poi la codifica caratteri universale, dopo che  mi ha causato tanto stress sul lavoro, avrà qualche risvolto positivo negli hobby di una persona qualsiasi, o no? 😉

Passo a descrivere la soluzione, vediamo dopo se ho centrato questi obiettivi…

Io ho lavorato con Ubuntu Jaunty, ma tutto quello che ho fatto dovrebbe essere fattibile su qualsiasi linux con poche modifiche e anche su windows o mac con qualche modifica in più (in teoria!).

Per prima cosa, conviene provare se i caratteri elfici sono già funzionanti sul proprio sistema (tentar non nuoce, ma non ci sperate): apriamo un qualsiasi browser (che è già aperto se leggete questa pagina) e dirigiamoci sulla pagina di Prova delle Tengwar Unicode. Se le prime due righe sono in elfico, siete a cavallo, altrimenti vedrete dei quadrati o altri simboli e questo vuol dire che vi manca il font giusto.

Io ho scaricato il font gratuito Code2001 da Tengwar Unicode Fonts e l’ho subito installato nel mio sistema:

  • copiato il file CODE2001.TTF in /usr/local/share/fonts/ (ma anche ~/.fonts può andare)
  • lanciato il comando sudo fc-cache -fv per aggiornare la cache dei font

A questo punto è opportuno ricaricare la pagina di test (eventualmente dopo aver chiuso e riaperto il browser) per vedere che i caratteri appaiono correttamente!

Bene, il sistema a questo punto permette di visualizzare e utilizzare le tegwar… ma come si può fare?

Tabella caratteri aperta sulle tengwar

Tabella caratteri aperta sulle tengwar

Lanciando la Tabella caratteri (Menu Applicazioni – Accessori), i nuovi caratteri possono essere trovati in:

  • Area Uso Privato, a partire dal carattere U+E000, oppure
  • Area-A a uso privato supplementare, a partire dal carattere U+F2000.

Sono gli stessi caratteri ripetuti: sul mio portatile preferisco la seconda area, perché nella prima alcuni codici sono utilizzati anche da altri simboli e al momento di utilizzarli devo comunque selezionare il font Code2001. Dalla figura si vede che questo font contiene anche le rune de Il signore degli anelli.

Se, come me, state usando Gnome, allora è possibile usare la seguente combinazione di caratteri:

CTRL+MAIUSC+U, codice esadecimale, INVIO

È sufficiente ricordarsi a memoria il codice corrispondente al simbolo desiderato… io che sono troppo vecchio per queste cose (è una citazione?) mi sono fatto un foglio di calcolo con i codici. PDF dei codici unicode delle tengwar

GEdit per scrivere elfico in passwd

GEdit per scrivere elfico in passwd

Una volta imparato, si possono scrivere questi caratteri dovunque, anche in un file di sistema come /etc/passwd.

Nome in elfico nel pannello

Nome in elfico nel pannello

Avendo fatto come nella figura, il mio nome in elfico appare sia nella finestra di login di GDM sia nel pannello in alto a destra.

Applet Tavolozza caratteri elfici

Applet Tavolozza caratteri elfici

Per aiutarmi nella scrittura, mi sono configurato nel pannello anche l’applet Tavolozza caratteri, come in figura, anche se è sicuramente migliorabile (per ora ho messo alcune vocali elfiche e la e con la dieresi che serve per scrivere Lastë).

A questo punto il limite è l’immaginazione.:)

All’inizio dell’articolo esponevo quali potessero essere i motivi per tutto questo lavoro che ho fatto… beh, posso dire che sono abbastanza soddisfatto.

E’ necessario installare almeno un font che implementi i caratteri elfici: credo che non si possa fare a meno di questo… così come si devono installare i font adatti per le scritture orientali.

Sfruttando la codifica Unicode, si possono scrivere tutti i caratteri (latini, elfici, giapponesi, russi, ecc…) in qualsiasi posto, anche un semplice file di testo, dato non c’è bisogno di formattere il testo, cosa che invece era necessaria prima di Unicode.

Un problema può essere il cambio di codici quando le tengwar verranno accettate definitivamente in Unicode (ma non mi sembra ci sia fretta, la proposta risale al 1997). Fino ad allora c’è il rischio che quelli che io vedo come caratteri elfici, qualcun’altro veda associati a simboli differenti: in effetti le aree in cui sono attualmente inseriti sono denominate per “uso privato”!

A questo punto cosa manca? Sicuramente sento la mancanza delle “modalità automatiche” di scrittura elfica (quenya, sindarin, inglese, italiano…) che sono una caratteristica dei programmi esistenti di scrittura con le tengwar, ma come ho detto precedentemente questi usano i normali caratteri latini che diventano caratteri elfici grazie a vari font. Forse bastano pochi interventi di programmazione per adattare un programma esistente.

Annunci